Asta Giudiziaria, Vendita Online di Beni Mobili, Gruppo Istituti Vendite Giudiziarie. Aste Giudiziarie a portata di mouse. Ogni settimana nuovi lotti!
Ricerca libera

Ricerca per categoria

Ricerca comune

Prezzo (max)
Servizi
Vetrina animata
MONTECCHIO (TR) FRAZ. TENAGLIE V..
26.000,00
MONTECCHIO (TR) FRAZ. TENAGLIE VIA DEL BARRACANO SNC, VIA SAN ROCCO E LOCALITA SCHIARELLE LOTTO 2 (composto dai lotti 4, 5 e 6 della perizia)
NORCIA (PG) FRAZIONE AGRIANO, VI..
74.095,00
NORCIA (PG) FRAZIONE AGRIANO, VIA SAN PAOLO N. 3
DERUTA (PG) LOC. SAN NICOLO DI C..
155.520,00
DERUTA (PG) LOC. SAN NICOLO DI CELLE, VIA SAN GIOVANNI PASCOLI N. 12
COLLAZZONE (PG) FRAZ. COLLEPEPE,..
10.117,13
COLLAZZONE (PG) FRAZ. COLLEPEPE, VIA TIBERINA N. 58
CASCIA (PG) LOCALITA BUDA
12.225,00
CASCIA (PG) LOCALITA BUDA
MONTEFALCO (PG) LOCALITA LA POLZ..
141.000,00
MONTEFALCO (PG) LOCALITA LA POLZELLA LOTTO 4
Tipo CESSIONE DI AZIENDA
Ente TRIBUNALE DI SPOLETO
RGE N. 16/2022
Cauzione
data di vendita 19/09/2024 - 14:00
scad. raccolta offerte 18/09/2024 - 12:00
Prezzo base 1.450.000,00
CESSIONE DI AZIENDA PER L ESERCIZIO DELL ATTIVITA INDUSTRIALE NEL SETTORE DELLA LAVORAZIONE DEL LEGNO, CORRENTE IN MARSCIANO (PG) ZONA INDUSTRIALE CERRO



AZIENDA di produzione infissi in legno costituita dall'intero complesso aziendale, comprensiva di avviamento, del bene immobile e di tutti i beni mobili, linee di produzione,
marchi ecc.


CATEGORIA: cessione di azienda per l’esercizio dell’attività industriale nel settore della lavorazione del legno, corrente in Marsciano (PG) Zona Industriale Cerro.
DIRITTO OGGETTO DI VENDITA: intera proprietà;
REGIME FISCALE: la vendita è soggetta ad imposta di registro e tassazione come per legge.


DESCRIZIONE AZIENDA: Azienda corrente in Marsciano (PG) Zona Industriale Cerro, avente ad oggetto l’attività di produzione infissi in legno: esso è costituito dal complesso dei diritti, dei beni (materiali ed immateriali) finalizzati all’esercizio dell’attività di produzione del legno, con relativo avviamento, titoli autorizzativi, permessi e concessioni per l’esercizio dell’attività di produzione, diritto alla denominazione, alla ditta, all’insegna, al marchio, nulla osta, permessi ed ogni altro consenso, per la vendita di prodotti complementari e per ogni altra attività svolta dalla ditta.
- L'azienda sarà posta in vendita libera da tutti i debiti ed i crediti esistenti, che rimarranno ad esclusivo beneficio e/o onere della parte cedente, compresi i debiti fiscali e di ogni altra natura maturati alla stipula dell’atto di trasferimento;
- Allo stato attuale il compendio immobiliare è occupato a seguito di contratto di affitto d’azienda redatto dal Notaio Vittoria Scattone in data 01/08/2022, rep. n. 1401, racc. n.
1153, registrato a Perugia il 10/08/2022 al n. 19530 serie 1T. L’affitto riguarda l'Azienda sita in Marsciano (PG) Zona Ind.le Cerro snc, costituita dal complesso dei beni organizzati per l'esercizio di attività di produzione infissi in legno.
- La durata del Contratto, già convenuta a durata annuale a decorrenza dalla data di sottoscrizione del contratto, tacitamente rinnovata fino alla data del 10/08/2024.
- Il canone annuale per l'affitto della Azienda è pari a Euro 60.000,00 (sessantamila/00) annui oltre I.V.A. come per legge.
- L'affittuario è attualmente subentrato, con le modalità previste dall'art. 2112 cod. civ., nei contratti di lavoro subordinato;
- l'affittuario è attualmente subentrato in tutti i contratti a prestazioni corrispettive in corso di esecuzione, stipulati per l'esercizio del l'azienda, di carattere non personale, a titolo
esemplificativo e non esaustivo, contratti di leasing, contratti di impresa attinenti all'organizzazione dell'attività di impresa con i fornitori, somministrazioni ecc., con gli utenti
di impresa, (distribuzione, vendita alla clientela di beni e servizi realizzati in azienda ecc.); riguardo ai contratti di leasing;
- Fanno parte dell’azienda tutti i beni mobili e gli arredi presenti nei locali come da elenchi che si allegano al presente bando;
- Beni Mobili, materie prime residuali, Attrezzature, Marchio, tutti gli impianti, i macchinari, le attrezzature, i mobili d'ufficio, come risultanti dall'inventario redatto in data 21 luglio
2022;


- il capannone industriale in Comune di Marsciano, Zona Industriale Cerro di complessivi mq. 8.510 (ottomilacinquecentodieci) censito nel Catasto Fabbricati di detto Comune al
Foglio 146 particelle 689 Categ. A/10 e particella 688 Categ. D/1 nonchè al Catasto Terreni del medesimo Comune al foglio 146 particella 689 ente urbano mq. 558 e particella 688 ente urbano mq. 7952, evidenziato nelle planimetrie.
- L’acquirente definitivo verrà immesso alla data di riconsegna dell'azienda nella disponibilità giuridica e materiale del bene immobile e dei beni mobili di proprietà del Fallimento;
- L’aggiudicazione del compendio aziendale non comporta l’ automatica voltura delle autorizzazioni amministrative; sarà onere dell’ aggiudicatario porre in essere tutte le attività
e le formalità necessarie sia al rilascio delle autorizzazioni amministrative da parte della competenti Autorità, che al subentro, ai sensi della vigente disciplina.
- La vendita non è soggetta alle norme concernenti la garanzia per vizi o mancanza di qualità, né potrà essere revocata per alcun motivo: l’ esistenza di eventuali vizi, mancanza di qualità o difformità della cosa venduta, oneri di qualsiasi genere per qualsiasi motivo non considerati, anche se occulti e comunque non evidenziati in perizia, non potranno dar luogo ad alcun risarcimento, indennità o riduzione del prezzo, essendosi di ciò tenuto conto nella valutazione del complesso aziendale.



DESCRIZIONE DEI BENI IMMOBILI
Lotto n. 1
È rappresentato da un complesso ad uso industriale/artigianale posto in Marsciano, entro la Zona Industriale Cerro, Via Carlo Faina, composto da un capannone per la lavorazione del legno e da altro, contiguo, ad uffici.
La zona ove ubicato è facilmente raggiungibile dalla strada E45 tramite la SP375 ed è compresa entro l’omonima zona industriale, caratterizzata da dotazioni di infrastrutture.
L’area su cui edificato copre una superficie (tra coperta e scoperta) catastalmente definita in mq. 8510, collegata con un’antistante (lato nord) strada pubblica tramite due accessi carrabili.


La conformazione del lotto è assimilabile ad un trapezio, ad eccezione di una fascia, posta lungo il lato est, da destinare a strada di lottizzazione, interamente recintato; i passi carrabili non sono muniti di cancelli. Le aree scoperte risultano finite con manto di bitume catramato e/o pavimento in battuto di cemento; il rateo da destinare a strada di lottizzazione è solamente imbrecciato. Il complesso è costituito da due corpi di fabbricato, l’uno dedicato alle lavorazioni, l’altro destinato ad uffici, tra loro collegati. Il primo corpo, realizzato con travi e pilastri prefabbricati in cemento armato, così come le tamponature, finite, esteticamente, con graniglia a faccia a vista, in parte si eleva di due piani ove sono ricavati la sala mostra e parte degli uffici, mentre la parte rimanente, sviluppata su unico piano, è destinata alla produzione. Quest’ultima si estende per una superficie di mq. 2580 circa ed ospita al suo interno anche le centrali termica e idrica (direttamente collegate con l’esterno), gli spogliatoi, i servizi igienici e la sala mensa a disposizione delle maestranze.
Le finiture possono definirsi più che mediocri, tipiche degli opifici, l’impiantistica è interamente definita e rispettosa delle normative vigenti; in particolare si pone in risalto la presenza di un impianto di riscaldamento a biomassa alimentato con gli scarti di produzione (trucioli e segatura). Completano il piano terra due uffici, la sala mostra, un ripostiglio e i servizi igienici, estesi per una superficie di mq. 514 circa, i quali presentano materiali di finitura di buona qualità, ben conservati, alcuni dotati di controsoffitti ed accessori tipici all’uso cui destinati. Il piano primo, esteso di circa mq. 488 circa, raggruppa dieci uffici, sala server e servizi igienici, che nell’insieme presentano, all’incirca, le stesse finiture degli ambienti sottostanti ed anche per questa porzione è possibile definire buono lo stato di conservazione e di manutenzione. Due scale interne, di cui una aerea, in acciaio, di bellissima fattura, collegano i due piani. L’altro corpo di fabbricato, comunicante con la sala mostra della porzione sopra descritta, si sviluppa su unico piano ed ospita cinque uffici, reception e sala riunioni. Strutturalmente è realizzato internamente in legno, completo di tutti gli impianti; esteticamente gradevole può definirsi un elemento che diversifica le linee architettoniche dei fabbricati industriali, in massima parte costituiti da parallelepipedi privi di ogni abbellimento costruttivo estetico non strettamente connesso all’utilizzo del bene.
Sul lato ovest, in aderenza con il capannone, è presente un’area di carico e scarico, attualmente utilizzata anche a magazzino, realizzata con struttura in acciaio, coperta in materiale plastico. È altresì presente ulteriore edificio, posto in aderenza alla superiore area di carico, avente all’incirca le stesse caratteristiche costruttive (struttura metallica e telo plastificato). Lungo il lato est, quello che confina con la costruenda strada di lottizzazione, è innalzata una pensilina a copertura dell’area a parcheggi, eseguita con struttura in legno lamellare, munita di pannelli frangisole, sempre in legno, fissati alla struttura primaria. Da detta pensilina e sino alla parete del capannone è installata un’ulteriore pensilina aerea (non poggiante sul suolo) realizzata con struttura in legno e superiori lastre in policarbonato; quest’ultima, di dimensioni più ridotte rispetto all’altra utilizzata per la sosta di autoveicoli è, in parte, non regolamentare sotto il profilo edilizio e di conseguenza si dovrà procedere al suo adeguamento, mediante rimozione, sino a portarla alle dimensioni approvate. Infine sul lato sud si constata la presenza di un’ulteriore pensilina in acciaio, coperta con lastre di policarbonato, non regolamentare sotto il profilo urbanistico, tra l’altro elevata a ridosso del confine che separa il complesso da terze proprietà; stante tale verificata illegittima situazione non può che prevedersi la sua totale eliminazione. Anche internamente si riscontrano difformità distributive e modifiche delle destinazioni d’uso approvate, in particolare le variazioni più consistenti riguardano la sala mostra sita al piano terra e gli uffici del piano primo in origine assentiti a magazzini. Il complesso confina con omissis, salvo se altri ed è censito al catasto urbano al foglio 146 del comune di Marsciano, part. n. 688, piani terra e primo, catg. D/1 della rendita catastale di €. 23.596,00 e part. n. 689, piano terra, catg. A/10, classe 1, vani 7,5, della rendita catastale di €. 1.394,43 e al catasto terreni al foglio 146, part. n. 688, ente urbano, di mq. 7.952 e part. n. 689, ente urbano di mq. 558, in complessivo mq. 8.510 (in detta superficie è compresa anche quella
appartenente alla costruenda strada di lottizzazione posizionata sul fianco est, oltre la recinzione).
Valore di Stima del lotto immobiliare Euro 1.311.950,00
(unmilionetrecentoundicimilanovecentocinquanta/00)



DESCRIZIONE BENI MOBILI:
Per quanto concerne gli allegati si rimanda alla relazione del Dott. Trabalza Riccardo (allegato “A”) e alle integrazioni di stima dell'Istituto Vendite Giudiziarie, relativamente ai beni mobili, allegati che si ritengono ampiamente esaustivi ai fini della determinazione delle superiori stime, quindi si intendono integralmente riprodotti, fatta eccezione per le materie prime, semi lavorati e prodotti finiti, modificatisi nel tempo, per i quali si producono (allegato lettera “B”) gli inventari di magazzino forniti dalla società Eurolegno. Riassumendo si ha:
- automezzi e autovetture €. 2.800,00
- macchinari e attrezzature €. 154.816,00
- mobili e attrezzature da ufficio €. 24.250,00
- materie prime €. 4.412,60
- beni in leasing (prima perizia) € 70.000,00
- beni in leasing (seconda perizia) € 67.000,00
Ai fini di ogni più corretta valutazione si rappresenta che i beni in leasing costituenti la prima perizia, risultano già interamente riscattati dalla affittuaria, la quale alla scadenza del contratto, come da accordi precedentemente sottoscritti, li riconsegnerà nella disponibilità del fallimento, e saranno conseguentemente ricompresi nella cessione della azienda.
Relativamente ai beni in leasing della seconda perizia, allo stato risultano interamente riscattati dalla affittuaria i beni di cui ai progressivi 1) e 2), mentre pende invero una richiesta di restituzione dei beni avanzata dalla società di leasing per i beni ai progressivi 3) e 4).
totale beni mobili €. 323.278,60
(trecentoventitremiladuecentosettantotto/60)



Valore unitario di Stima del complesso aziendale
EURO 2.006.865,00 (duemilioniseimilaottocentosessantacinque/00)


CURATORE: DOTT. MARCO SILVESTRINI (Tel. 0743/220888).
GIUDICE DELEGATO: DOTT.SSA SARA TRABALZA




Documento Allegato AVVISO DI VENDITA
Documento Allegato ORDINANZA
Documento Allegato PERIZIA N+1
Documento Allegato PERIZIA F
Documento Allegato PERIZIA N
Documento Allegato PERIZIA T
Documento Allegato ALLEGATO
Documento Allegato ALLEGATO 1
Documento Allegato ALLEGATO 2
Documento Allegato ALLEGATO 3

REGOLE DI CONDOTTA DEGLI ACQUIRENTI

Comunicati
Per informazioni e contatti: 075/5913525 - www.ivgumbria.it
Assist. informatica:
Mail: info@sispo.it

Sispo - Ricco Giuseppe & C. S.p.a. Via Adamo Biagini, 5 - P.IVA 00198770547 - Tel. 075 5913525
Per informazioni: info@sispo.it
Iscrizione al ROC del 16/09/2016 al n. 26723